Le scuole di Viguzzolo alla commemorazione del 4 Novembre

Lunedì 04 Novembre 2019 la scuola secondaria con le classi quinte della suola primaria di Viguzzolo, hanno partecipato alla commemorazione dei Caduti della Prima Guerra Mondiale.

Verso le 10:00 gli alunni si sono diretti nella chiesa di Santa Maria Assunta in Piazza della Libertà, e hanno assistito alla messa con interesse e attenzione ascoltando le parole dell’arciprete Don Gino.

La celebrazione non si è svolta presso l’altare principale, ma in quello del Sacro Cuore in occasione del 100esimo anniversario della sua realizzazione.

Dopo la consacrazione dell’ostia e l’Eucarestia, quattro ragazzi di terza  hanno letto una ricerca storica sull’altare: Casarini Irene e Meta Alessandro (3^ A), Tocchio Maria Laura e Wade Fatou (3^ D).

La lettura è stata seguita da due canti, “Era Una Notte Che Pioveva” e “Sul Cappello“, con cori accompagnati da chitarra acustica e pianola, intonati dalle classi prime e quinte.

Successivamente dalla Chiesa è partito il corteo, aperto da due ragazzi, Borro Giulio e Benchea Claudio, incaricati a trasportare la Corona di alloro fino al Monumento dei Caduti, davanti alla Pieve Romanica.

Giunti sul luogo alcuni alunni si sono disposti in semicerchio davanti al monumento e le terze, con alcuni studenti delle seconde, hanno  risposto all’appello dei soldati caduti con un “presente” al richiamo del vicesindaco.

Dopo c’è stato il momento del “Silenzio”, in cui si deponeva la Corona di alloro innanzi al monumento, le bandiere venivano chinate e un trombettista accompagnava il tutto con la melodia solenne.

I presenti hanno avuto inoltre la fortuna di conoscere un ufficiale dell’Esercito Italiano Alpino, il prof. Pietro Ruffini, il nonno e zio avevano origini viguzzolesi e hanno partecipato anche loro in prima linea alla Guerra.

Ruffini ha parlato apertamente ai ragazzi su cosa significasse per lui indossare la divisa, cioè rispettare più degli altri la Costituzione, e migliorare chi si è prodigato per il bene dei cittadini.

Infine vi è stato il discorso del vicesindaco.

Le classi con i cittadini, portando la mano destra sul cuore, hanno recitato con orgoglio e patriottismo l’Inno di Mameli, Fratelli d’Italia, in onore dei concittadini che hanno sacrificato la propria vita per la patria.

Il Sacro Cuore

L’altare del Sacro Cuore, fu commissionato da Irene Ricci-Carnevale allo studio artistico Alessandro Cappuccini già Rozzi e Spelluzzi di Milano, per ringraziare in qualche modo il Signore, per aver fatto tornare a casa i due figli Carlo e Franco dalla Grande Guerra.

La signora Irene ha consegnato in dono alla Chiesa l’altare l’anno dopo la fine della Guerra, in data 11 Marzo 1919.

Tocchio Maria Laura e Casella Gaia

Foto: Edoardo Gazzignato

AVVISO A DOCENTI E GENITORI:
La funzione strumentale comunicazione di Ic_Viguzzolo invita docenti e genitori a stimolare i bambini e i ragazzi a produrre contenuti per il nostro giornalino scolastico.
Si possono raccontare esperienze avvenute a scuola, in gita oppure durante il tempo libero. Chi se la sente può anche approfondire alcuni argomenti del programma, a mo' di ricerca.
I bambini della scuola dell'infanzia e dei primi anni della primaria possono invece realizzare qualche disegno che sarà poi cura degli adulti completare con una breve descrizione di come è stato realizzato e perché, interpretando con le parole quanto il bambino ha voluto esprimere attraverso il disegno.
Ogni plesso fa riferimento al proprio docente fiduciario. Per ulteriori informazioni potete contattarci via mail all'indirizzo: comunicazione@comprensivoviguzzolo.it

Post Comment