Commemorazione dei Giusti a Gremiasco

Il primo aprile 2019, gli alunni della scuola di San Sebastiano Curone e le terze di Volpedo e Viguzzolo si sono riunite a Gremiasco per inaugurare “Il giardino dei giusti” dell’Umanità.
Appena arrivati, ci siamo recati nella piazza principale, dove si trova la chiesa di Santa Maria Nascente. Lì erano presenti molte autorità, tra cui i sindaci della zona, i rappresentanti del Lions Club di Tortona, il Rabbino della Comunità ebraica di Genova, la professoressa Maria Grazia Milani e molte altre persone importanti.

Alcuni alunni di San Sebastiano sostengono lo striscione “Ai Giusti che hanno scelto il Bene”

Dopo il saluto del sindaco, prof. Umberto Dallocchio e delle personalità, alcuni ragazzi hanno letto e interpretato la vita di Maria Coggiola Cuttica, una donna che, all’inizio del ‘900, ha promosso importanti iniziative in difesa dei diritti delle donne lavoratrici, anche attraverso conferenze pubbliche e articoli giornalistici.

I ragazzi interpretano Maria Coggiola Cuttica

Terminato il racconto sulla vita di Maria Coggiola, tutti i ragazzi hanno cantato l’Inno d’Italia.
Il Sindaco di Gremiasco e la Signora Maria Grazia hanno inaugurato il giardino con il taglio del nastro e la consegna delle pergamene ai parenti prossimi di Don Bassi e di Maria Coggiola Cuttica. Qui sono stati piantati due alberi in memoria di queste due persone fondamentali per la storia.
Il sindaco di Gremiasco e il Rabbino di Genova, signor Giuseppe Momigliano, hanno scoperto la targa e sei ragazzi hanno gettato della terra in modo simbolico sulle radici degli alberi, come gesto di cura nei confronti della memoria.

Ingresso dei ragazzi nel Giardino e gesto simbolico di messa a dimora degli alberi

Concludiamo il nostro articolo riportando il messaggio preciso a tutte le donne da parte di Maria Coggiola Cuttica:
Ragazze di tutte le età, coraggio, il dovere vi chiama: è ora di andare nel mondo da protagoniste e lottare”.

AVVISO A DOCENTI E GENITORI:
La funzione strumentale comunicazione di Ic_Viguzzolo invita docenti e genitori a stimolare i bambini e i ragazzi a produrre contenuti per il nostro giornalino scolastico.
Si possono raccontare esperienze avvenute a scuola, in gita oppure durante il tempo libero. Chi se la sente può anche approfondire alcuni argomenti del programma, a mo' di ricerca.
I bambini della scuola dell'infanzia e dei primi anni della primaria possono invece realizzare qualche disegno che sarà poi cura degli adulti completare con una breve descrizione di come è stato realizzato e perché, interpretando con le parole quanto il bambino ha voluto esprimere attraverso il disegno.
Ogni plesso fa riferimento al proprio docente fiduciario. Per ulteriori informazioni potete contattarci via mail all'indirizzo: comunicazione@comprensivoviguzzolo.it

Post Comment